NEL MONDO DELL'ARTE... OGGI 
MARZO
 
31 MARZO
Il 31 marzo del 1837 moriva a 60 anni il pittore romantico inglese John Constable, uno dei più importati paesaggisti di sempre. Nel 1799 venne ammesso alla Royal Academy of Arts deludendo il padre che lo avrebbe voluto suo successore nella gestione dei mulini ad acqua di cui era possessore; in seguito dedicò la sua esistenza a dipingere la natura campestre. Egli fece approfonditi studi sul cielo creando centinaia di tele sullo spostamento delle nuvole. Sposò una amica d'infanzia che gli diede sette figli e di cui fu profondamente innamorato per tutta la vita. La sua carriera risulta piena di alti e bassi per via delle molte critiche fattogli dai critici d'arte del suo tempo, tuttavia ottenne ugualmente il sostegno del pubblico.  
(FAGR 31-03-2021)
 
 
 
30 MARZO
Il 30 marzo del 1746 nasceva uno dei più grandi pittori spagnoli di sempre: Francisco Goya, il quale fu anche uno dei più grandi rappresentanti del Romanticismo europeo. Da giovane viaggiò a Roma e al ritorno in Spagna iniziò ad avere notevole successo venendo accolto per merito nella Real Academia de San Fernando. Nel 1786 venne nominato dal re Carlo IV, "pittore del re". Goya Visse il periodo in cui le speranze sorte durante la Rivoluzione francese si erano dissolte e le sue idee liberali lo portarono a denunciare attraverso la sua arte i misfatti della guerra facendosi portavoce del sentire collettivo. Molti artisti dopo come Manet e Picasso seguiranno il suo esempio traendo dalla sua lezione che denunciava la brutale repressione in Spagna dei soldati napoleonici. Parecchio chiacchierata risulta la sua amicizia con la contessa d'Alba che si pensò avesse un debole per lui. 
(FAGR 30-03-2021)
 
 
 
29 MARZO
Il 29 marzo del 1861 nasceva il pittore francese Paul Ranson. Egli entrò a 25 anni all'Académie Julian diventando in seguito un membro del gruppo dei Nabis, ma non assorbì mai completamente le loro idee. Appassionato di magia e di occultismo, fu principalmente un decoratore, realizzando pannelli, carte da parati e tappezzerie di notevole pregio. Il suo interesse per svariati campi artistici lo portarono a creare anche vetrate e scene teatrali. Oggi è ritenuto un precursore dell'Art Neuveau. 
(FAGR 29-03-2021)
 
 
 
28 MARZO
Il 28 marzo del 1660 nasceva il pittore e scrittore olandese Arnold Houbraken, celebre per i suoi paesaggi mitologici e religiosi. Scrisse un libro dedicato alle biografie dei grandi pittori del secolo d'oro olandese intitolato: "Il grande teatro dei pittori olandese", un testo che ebbe grande successo. Studiò con quattro maestri, tra cui Johannes de Haan e Samuel van Hoogstraten. Si sposò nel 1685 con Sara Sasbout dalla quale ebbe 10 figli, di cui tre Jocobus, Antonina e Christina, furono artisti. 
(FAGR 28-03-2021)
 
 
 
27 MARZO
Il 27 marzo del 1809 moriva a 92 anni il pittore francese Joseph-Marie Vien, primo maestro di Jacques-Louis David e ritenuto il padre del Neoclassicismo. Imparò l'arte dal Charles-Joseph Natoire e poi si trasferì a Roma grazie alla vittoria del Prix de Rome dove rimase per 7 anni. Tornato a Parigi lavorò per la contessa Madame du Barry, favorita di Luigi XV e diventò direttore dell'Académie de France à Rome. Entrò anche  nell'Accademia di San Luca e alla fine della Rivoluzione, Napoleone lo nominò senatore e "conte dell'impero" un anno prima della sua morte. 
(FAGR 27-03-2021)
 
 
 
26 MARZO
Il 26 marzo del 1633 nasceva la ritrattista inglese Mary Cradock Beale, una delle prime professioniste donna in campo artistico. Figlia del pittore dilettante John Cracock, suo primo maestro, si sposò a 18 anni con Charles Beale, un mercante di stoffe appassionato di pittura, che seguì con amore la carriera della moglie, annotando anche su ben trenta taccuini degli appunti sul lavoro di Mary, le  commissioni ricevute e gli elogi dei clienti soddisfatti. Questa pittrice scrisse anche un testo di pittura intitolato "Osservazioni", uno dei primi saggi educativi scritti da una donna e anche se non venne pubblicato ufficialmente, la fece diventare un esempio tra le donne della sua epoca. 
(FAGR 26-03-2021)
 
 
 
25 MARZO
Il 25 marzo del 1305 venne consacrata a Padova la Cappella degli Scrovegni e i famosi  affreschi di Giotto risultano terminati entro questa data. La Cappella (la cui edificazione era terminata due anni prima esattamente il 25 marzo del 1303), era stata dedicata alla Vergine Annunziata e nei successivi due anni Giotto con circa 40 aiutanti, la decorò con un ciclo di affreschi. Essa fu fatta costruire da Enrico degli Scrovegni, figlio di un ricco usuraio padovano, ma da cappella privata oggi  è diventata un sito museale. 
(FAGR 25-03-2021)
 
 
 
24 MARZO
Il 24 marzo del 1875 venne allestita all'Hotel Drouot di Parigi un'asta pubblica dei dipinti dei pittori impressionisti, i quali su idea di Renoir, speravano di risollevarsi dal fiasco della loro prima esposizione e superare la grave crisi economica in cui si trovavano. L'esito finale però non risultò quello sperato. Il ricavato fu talmente basso da permettere loro di ripagare a malapena il costo dei materiali, inoltre a causa di accese discussioni, dovette intervenire anche la polizia per evitare il degenerare di alcune risse sorte a causa del giudizio negativo del critico d'arte Albert Wolff. Egli con la sua stroncatura infatti, aveva fomentato gli animi in modo da non far accettare la loro pittura arrivando perfino a definire i loro lavori: "opere di scimmie a cui è stato dato in mano una scatola di colori". 
(FAGR 24-03-2021)
 
 
 
23 MARZO
Il 23 marzo del 1609 nasceva uno dei più importanti pittori tedeschi dello stile Barocco: Johann Heinrich  Schonfeld. Proveniente da una famiglia altolocata (il padre era il sindaco della sua città natale), imparò la pittura dal connazionale Johann Sichelbein per poi trasferirsi in Italia (vi rimase 18 anni). A Napoli studiò gli effetti luminosi tipici del Caravaggismo e a Roma l'arte di Poussin e Pietro da Cortona. Nella capitale ottene la protezione di Paolo Giordano II Orsini; in seguito si trasferì ad Augusta dove ottenne commissioni sia private che pubbliche e realizzò numerose opere a tema storico, mitologico e sacro. 
(FAGR 23-03-2021)
 
 
 
22 MARZO
Il 22 marzo del 1873 nasceva il pittore paesaggista canadese Ernest Lawson. A 18 anni si trasferì a New York dove studiò pittura alla "Art Students League of New York" e il suo maestro John Henry Twachtman, lo appassionò allo stile impressionista. Tappa fondamentale per gli artisti del tempo era un viaggio a Parigi e qui Ernest conobbe Alfred Sisley, il quale influenzò molto il suo stile; si iscrisse anche all'Académie Julian per completare la sua formazione. Tornato negli Stati Uniti viaggiò spesso per immortalare su tela i paesaggi più interessanti e a 34 anni, fece la sua prima mostra personale che ottenne un premio per un dipinto con un soggetto a tema invernale. Fu nominato poi membro dell'Academia Americana del Design" e del "Canadian Art Club". Egli espose in gallerie per tutta la sua carriera ricevendo numerosi premi. 
(FAGR 22-03-2021)
 
 
 
21 MARZO
Il 21 marzo del 1800 nasceva Francesco Podesti, considerato l'ultimo grande autore della pittura storica prima dell'arrivo delle avanguardie che stravolgeranno la concezione dell'arte. Marchigiano di nascita, studiò a Roma all'Accademia di Belle Arti di San Luca e grazie alla sua bravura, fu sostenuto anche economicamente dal comune per alcuni anni. Ebbe la protezione di Antonio Canova e condivise gli ideali di Jacques-Louis David. Il vero successo arrivò per lui quando il Principe Alessandro Torlonia gli commissionò un ciclo di affreschi per Villa Torlonia. Egli lavorò dopo anche al Palazzo Reale di Torino per i Savoia. Dal papa Pio IX ebbe la commissione di affrescare la Sala dell'Immacolata, vicina alle Stanze di Raffaello e tale lavoro lo impegnò per 11 anni. Podesti venne eletto Accademico di San Luca a Roma e dal re Francesco II di Napoli di cui fu al servizio, membro dell'Accademia delle Belle Arti di Napoli.  
(FAGR 21-03-2021)
 
 
 
20 MARZO
Il 20 marzo del 1592 nasceva il pittore toscano Giovanni Mannozzi, conosciuto come "Giovanni da San Giovanni", autore di numerosi cicli di affreschi e dipinti sia per committenti privati che pubblici. Verso i sedici anni entrò nella bottega di Matteo Rosselli a Firenze poi ebbe modo di imparare la prospettiva dall'architetto Giulio Parigi. Le sue opere attirarono ben presto l'attenzione di Cosimo II de' Medici che gli commissionò dei lavori e lo nominò "familiare di corte". A Roma ottenne la protezione del cardinale Guido Bentivoglio (decorò le sale nel palazzo Pallavicini-Rospigliosi) e fu anche al servizio del cardinale Francesco Barberini. Di rientro a Firenze tornò nelle grazie dei de' Medici lavorando sia per Don Lorenzo che per Ferdinando II de' Medici, il quale gli commissionò la decorazione del salone degli Argenti a Palazzo Pitti. 
(FAGR 20-03-2021)
 
 
 
19 MARZO
Il 19 marzo del 1736 nasceva il pittore austriaco Joseph Hickel. Allievo dapprima del padre, studiò dopo all'Accademia di Vienna specializzandosi nella ritrattistica. L'imperatrice Maria Teresa d'Austria rimase talmente colpita dalla sua abilità da mandarlo a studiare in Italia e anche qui ebbe modo di ritrarre personaggi importanti attirando su di sé le invidie dei contemporanei. Di ritorno a Vienna divenne il pittore della corte imperiale degli Asburgo. Nella sua carriera realizzò più di 3000 dipinti, la maggior parte oggi conservati in collezioni private. 
(FAGR 19-03-2021)
 
 
 
18 MARZO
Il 18 marzo del 1741 nasceva il pittore polacco Alexandre Kucharsky. Paggio dell'ultimo re di Polonia Stanislao II, studiò arte a Varsavia con l'italiano Marcello Bacciarelli per poi recarsi a Parigi grazie ad una borsa di studi datogli dal re. Lo scopo del sovrano era farlo specializzare in scene storiche, ma una volta entrato all'Académie Royale, lui preferì diventare un ritrattista. In Francia ottenne la protezione del re Luigi XVI e iniziò a lavorare per il principe Luigi Giuseppe di Borbone-Condé. Allo scoppio della Rivoluzione francese la pittrice Elisabeth Vigée Le Brun abbandonò la corte e Kucharsky divenne il ritrattista ufficiale di Maria Antonietta e dei suoi figli. Rimase fedele alla monarchia francese e fino alla morte ed ebbe una pensione da parte di Luigi XVIII. 
(FAGR 18-03-2021)
 
 
 
17 MARZO
Il 17 marzo del 1609 nasceva a Firenze Vincenzo Dandino, proveniente da una delle famiglie di pittori fiorentini più importanti del Seicento in Italia. A scoprire il precoce talento artistico di Vincenzo, fu suo fratello maggiore Cesare, il quale lo spinse a perfezionare la sua pittura a Roma nella bottega di Pietro da Cortona. Nella città eterna studiò anche l'arte dei Carracci, del Guercino, di Poussin e tali lezioni unite a quella del Cortona, gli permisero di sviluppare uno stile pittorico innovativo di cui fu poi promulgatore. Al suo rientro a Firenze ottenne l'interesse della Corte medicea lavorando per Vittoria della Rovere (moglie del granduca Ferdinando II de' Medici) e di Don Lorenzo de'Medici. Ebbe come allievi i suoi due figli, Ottaviano e Vincenzo e anche il nipote Pietro (il pittore Pier Dandini). 
(FAGR 17-03-2021)
 
 
 
16 MARZO
Il 16 marzo del 1822 nasceva la pittrice Rosa Bonheur, una delle figure di spicco del primo femminismo. Imparò la pittura dal padre, il pittore Raymond Bonheur, il quale allevò i suoi figli con la passione per l'arte (anche i fratelli di Rosa saranno artisti). Iniziò ad ottenere successo al Salon di Parigi a partire dal 1841 che le permise con gli anni di viaggiare; poté così di incontrare la regina Vittoria e l'imperatrice Eugenia de Montijo, dalla quale venne investita della Légion d'Honneur (fu la prima donna artista a riceverlo). La sua fama raggiunse anche il Regno Uniti e gli Stati Uniti d'America. Viene ricordata oggi anche per lo stile di vita libero non comune ai suoi tempi, l'uso di fumare sigari, il portare i capelli corti e i suoi amori omosessuali con altre pittrici con cui condivise la vita. 
(FAGR 16-03-2021)
 
 
 
15 MARZO
Il 15 marzo del 1673 moriva a 57 anni il pittore partenopeo Salvator Rosa, artista ribelle che rifiutò i canoni della bellezza barocca anticipando la pittura romantica. Iniziò imparando dallo zio, il pittore Paolo Greco, poi proseguì la sua formazione con Jusepe de Ribera e Aniello Falcone. Si trasferì a Roma dove si accostò allo stile dei Bamboccianti, ma in seguito se ne allontanò per avvicinarsi a temi più turbolenti (prediletti poi dal Romanticismo). Nella capitale ebbe modo di scontrarsi con il Bernini e dopo si recò a Firenze dove lavorò per il cardinale Giovan Carlo de' Medici. Di ritorno a Roma decise di non prestare più servizio presso la nobiltà rifiutando inviti da parte dell'imperatore d'Austria, del re di Francia e dalla regina Cristina di Svezia. Fino alla morte egli rimase deciso a non piegarsi a lavorare su commissione, ma di vendere solo ciò che desiderava creare lui. 
(FAGR 15-03-2021)
 
 
 
14 MARZO
Il 14 marzo del 1665 nasceva il pittore bolognese Giuseppe Maria Crespi, soprannominato lo "Spagnoletto" per la sua abitudine da ragazzo di vestire con abiti tipici in uso in Spagna. Egli iniziò la sua carriera copiando gli affreschi di Ludovico Carracci. Nel 1690 vinse il concorso sul tema di Ercole indetto dal senatore Ghisilieri (direttore di una accademia a Bologna) e da quel momento la sua carriera fu sempre in salita. Lasciata la via della decorazione murale, il Crespi s'impegnerà con la ricerca della realtà in pittura ricevendo molti consensi. Il suo spirito innovativo e la sua grande creatività faranno di lui uno dei più eccellenti pittori secenteschi. Caratteristica della sua arte è il ricreare sulle tele le storie più animate e complesse per colpire meglio l'attenzione dello spettatore. 
(FAGR 14-03-2021)
 
 
 
13 MARZO
Il 13 marzo del 1806 moriva il pittore francese Gabriel-François Doyen, pittore del re di Francia Luigi XVI, successivamente dell'imperatrice di Russia Caterina la Grande e dello zar Paolo I. Il padre e lo zio risultano tappezzieri reali e lui entrò a bottega di Charles-André van Loo. Vinse poi il Prix de Rome nel 1748 e nel 1759, entrando di diritto nell'Académie Royal de Peinture et de Scultpure, di cui divenne anni dopo insegnante. Quando lasciò la Francia per recarsi alla corte imperariale russa, oltre a decorare numerosi palazzi, fu anche direttore dell'Accademia di Belle Arti di San Pietroburgo, dove formò molti pittori russi. 
(FAGR 13-03-2021)
 
 
 
12 MARZO
Il 12 marzo del 1728 nasceva il pittore Anton Raphael Mengs, esaltato dai suoi contemporanei come il maggior esponente del Neoclassicismo settecentesco. La sua formazione avvenne a Roma dove fece studi approfonditi su Raffaello, Tiziano, e Correggio. Con l'amico archeologo tedesco Winckelmann (autore di una celebre "Storia dell'arte antica"), Mengs risulta uno dei più grandi divulgatori della corrente pittorica neoclassica e in Francia, ebbe un notevole influsso su David, capo dei neoclassici francesi. Oggi di questo artista sono apprezzati soprattutto i ritratti nonostante sia stato autore di affreschi che al suo tempo fecero scuola. 
(FAGR 12-03-2021)
 
 
 
11 MARZO
L'11 marzo del 1820 moriva a 81 anni a Londra il pittore statunitense Benjamin West, soprannominato il "Raffaello americano". Nato in Pennsylvania, imparò la pittura da autodidatta dopo che dei nativi americani gli mostrarono come creare dei colori miscelando polvere di gesso e succo di bacche. Nonostante la sua minima formazione artistica, i suoi dipinti iniziaro a riscuotere successo ed entrò così in contatto con altri artisti che lo sostennero e lo aiutarono nel completamento degli studi. Nel 1760 decise di stabilirsi in Italia per specializzarsi nella pittura storica oltre che ritrattistica. Il suo talento attirò anche le attenzioni della pittrice Angelika Kauffman, ma egli le preferì un giovane di Filadelfia con cui si sposò ed ebbe un matrimonio felice. Trasferitosi a Londra divenne successore di sir Joshua Reynolds nella presidenza della Royal Academy e sotto di lui si formarono numerosi artisti tra cui molti americani, i quali riportarono la sua lezione negli Stati Uniti. 
(FAGR 11-03-2021)
 
 
 
10 MARZO
Il 10 marzo del 1903 moriva a 80 anni la ritrattrista preraffaellita Sophie Gengembre Anderson. Di padre francese e madre inglese, studiò pittura a Parigi dove visse i primi anni della sua vita, poi a seguito della Rivoluzione del 1848, si trasferì con la famiglia negli Stati Uniti. Mentre si trovava a Manchester in Pennsylvania, ebbe modo di incontrare il pittore britannico Walter Anderson che diventò suo marito. Si trasferì poi a Londra dove espose le sue opere alla Royal Academy. I suoi soggetti preferiti erano ritratti di donne e bambine, ma dava anche largo spazio alla natura e al mondo animale. 
(FAGR 10-03-2021)
 
 
 
9 MARZO
Il 9 marzo del 1734 nasceva il pittore spagnolo Francisco Bayeu y Subias, uno degli artisti settecenteschi più importanti di Madrid dove divenne pittore di corte del re Carlo III di Spagna. Studiò alla "Real Academua de Bellas Artes de San Fernando" e in breve tempo iniziò ad avere committenze dalle chiese e dai conventi. Il suo talento attirò l'attenzione di Anton Raphael Mengs, il quale lo volle con sé a Madrid per lavorare al Palazzo Reale. L'influenza di Subias nel campo artistico da quel momento in poi risulta sempre in salita. A sua volta fu protettore del giovane pittore Francisco Goya, il quale divenne suo cognato quando sposò la sorella Josefa nel 1773. Anche i fratelli di Subias: Ramon e Manuel, furono stimati artisti. 
(FAGR 09-03-2021)
 
 
 
8 MARZO
L'8 marzo del 1494 nasceva il pittore fiorentino manierista Giovan Battista di Jacopo di Gasparre, conosciuto come "Rosso Fiorentino", artista tra gli più tormentati degli allievi di Andrea del Sarto. Come molti altri pittori dovette fuggire dalla corte papalina di Clemente VII a causa del Sacco di Roma, ma tornato a Firenze la sua pittura dal timbro cromatico esagitato non venne apprezzata, prese così a vagabondare in varie città italiane: Perugia, Città di Castello, Arezzo e Venezia, dove conoscerà il letterato Aretino che lo raccomanderà al re Francesco I di Francia. Rosso Fiorentino fu molto scosso dagli ideali della Riforma di Martin Lutero e la sua arte rivelò sempre tutto il tormento della sua anima. In Francia dove morì ancora giovane (probabilmente avvelenato) sarà tra gli artisti italiani che permisero la fondazione della scuola di Fontainebleau. 
(FAGR 08-03-2021)
 
 
 
7 MARZO
Il 7 marzo del 1802 nasceva il pittore e scultore sir Edwin Henry Landseer, artista prediletto della regina Vittoria. Il padre era l'incisore John Landseer, il quale fu il suo primo maestro. Bambino prodigio, aveva l'abilità di usare entrambe le mani contemporaneamente mentre dipingeva e già a 13 anni gli fu permesso di esporre le proprie opere alla Royal Academy of Art. A 21 anni ebbe modo di ritrarre la duchessa di Bedford, Georgiana Russel, alla quale diede lezioni di pittura; diventarono poi amanti sebbene lei avessi il doppio dei suoi anni. La fama di ritrattista e pittore di animali di Landseer era tale da ricevere numerose commissioni dalla famiglia reale per cui lavorò a lungo. Negli ultimi anni della vita però ebbe un crollo nervoso aggravato dall'uso di droghe ed alcool che lo portarono ad essere dichiarato pazzo. 
(FAGR 07-03-2021)
 
 
 
6 MARZO
Il 6 marzo del 1543 moriva a 81 anni lo scultore e architetto fiorentino Bartolomeo d'Agnolo Baglioni, più comunemente noto come Baccio d'Agnolo. Imparò l'arte di intagliare il legno nella bottega del padre Angelo e si fece fama di abile scultore lavorando per la chiesa di Santa Maria Novella e a Palazzo Vecchio. Sempre a Firenze come architetto creò la chiesa di San Giuseppe, la villa Borgherini e il Palazzo Bartolini, il quale fu il primo palazzo a cui furono messe delle colonne alle porte e alle finestre come abbellimento (prima riservato unicamente alle chiese). Molti celebri artisti si fecero aiutare da lui come: Perugino, Filippo Lippi, Michelangelo, Raffaello, Antonio e Giuliano da Sangallo e il Sansovino. Ebbe tre figli che seguirono le sue orme come architetti. 
(FAGR 06-03-2021)
 
 
 
5 MARZO
Il 5 marzo del 1534 moriva il pittore Antonio Allegri, conosciuto come il "Correggio". Egli fu l'astro che illuminò la scuola parmense e la sua influenza sugli artisti persistette dalla corrente del Classicismo, al Manierismo, fino a quella secentesca del Barocco di cui risulta anticipatore con le sue geniali idee prospettiche. La sua pittura aveva vari influssi, da Mantegna a Leonardo, da Giorgione a Michelangelo ed era di straordinaria suggestività. Correggio incantò per la luminosa sensualità degli incarnati e la poesia del disegno. Spettacolari giochi di luci e morbidezza della forme sono i tipici aspetti della sua arte che affascinarono sia gli Este di Ferrara che i Gonzaga di Mantova per cui lavorò. 
(FAGR 05-03-2021)
 
 
 
4 MARZO
Il 4 marzo del 1769 nasceva la pittrice britannica Ellen Wallace Sharples, fondatrice della Bristol Academy (oggi la Royal West of England Academy), a scopo di promuovere le arti. Sposò a 18 anni il suo maestro, James Sharples, il quale la condusse a Washington dove rimasero a a lungo. In America la coppia realizzò dei ritratti ai personaggi importanti del tempo (come George Washington) ed ella si specializzò in miniature su avorio che le diedero notevole fama. Alla morte del marito tornò in Inghilterra assieme alla figlia Rolinda, la quale seguì le orme dei genitori diventanto anch'ella una celebre pittrice. 
(FAGR 04-03-2021)
 
 
 
3 MARZO
Il 3 marzo del 1804 moriva a 77 anni il pittore veneziano Giandomenico Tiepolo, figlio di Giambattista Tiepolo e nipote da parte di madre di Francesco e Gianantonio Guardi, celebri vedutisti. Entrò nella bottega paterna a 13 anni di cui diventò un collaboratore in pochi  anni. Nel 1762 seguì il padre a Madrid (chiamato da Carlo III di Spagna) e a causa della veneranda età del genitore, la maggior parte del lavoro spetterà a lui e ai fratelli. Egli seppe mimetizzarsi perfettamente con lo stile di Giambattista sia nel colorismo stupendamente luminoso che nelle forme. Come erede della pittura del padre, Giandomenico incarnerà lo spirito della pittura veneta settecentesca, ma fu testimone di grandi cambiamenti storici per cui il suo stile pittorico per molto tempo dopo la morte verrà criticato.  
(FAGR 03-03-2021)
 
 
 
2 MARZO
Il 2 marzo del 1895 moriva a 54 anni la pittrice francese Berthe Morisot, una delle pochissime donne impressioniste (unica a partecipare alle loro mostre). Pronipote da parte di madre di Jean-Honoré Fragonard, i suoi genitori la fecero crescere in un clima artistico che la invogliarono a dedicarsi alla pittura. Come donna non poteva entrare all'Accademia d'Arte ma riuscì a farsi accettare nello studio di Jean-Baptiste Corot che la spinse a dipingere all'aria aperta. Nel 1874 sposò Eugène Manet, fratello di Edouard Manet, uno dei capi del movimento realista in Francia di cui fu sempre molto amica e da cui venne ritratta in 11 dipinti. Grazie alla sua raccomandazione poté far parte del movimento Impressionista ed ebbe modo di partecipare alle loro mostre fin dagli inizi. Nonostante questo per via della poca importanza che si dava alle donne pittrici, sul certificato di morte vi è la scritta "senza professione" e sulla sua lapide non appare nessun accenno alla sua feconda carriera di artista. 
(FAGR 02-03-2021)
 
 
 
1 MARZO
Il 1 marzo del 1445 nasceva il pittore fiorentino Alessandro di Mariano di Vanni Filipepi, conosciuto con il soprannome di Botticelli. Egli fu uno dei pittori prediletti da Lorenzo il Magnifico, infatti lui lo onorò divenendo il suo principale committente. La pittura di questo artista in gioventù si distinse per i colori limpidi e la grazia senza pari delle figure protagoniste dei suoi dipinti, ma in tarda età influenzato dalle predicazioni del Savonarola (prese il potere a Firenze dopo Lorenzo il Magnifico), i suoi lavori seguirono il genere religioso-drammatico.  
(FAGR 01-03-2021)
 
 
 
 
 
 
 
FAGR Editore (2008-2021)- Tutti i diritti riservati.
 
 
FALSI D'AUTORE GIULIO ROMANO 
 
IL NOSTRO SHOWROOM E' A RAVENNA (clicca qui per maggiori informazioni)
FALSI D'AUTORE GIULIO ROMANO 
 
IL NOSTRO SHOWROOM E' A RAVENNA (clicca qui per maggiori informazioni)
FALSI D'AUTORE GIULIO ROMANO 
 
IL NOSTRO SHOWROOM E' A RAVENNA (clicca qui per maggiori informazioni)
FALSI D'AUTORE GIULIO ROMANO 
 
IL NOSTRO SHOWROOM E' A RAVENNA (clicca qui per maggiori informazioni)