NEL MONDO DELL'ARTE... OGGI 
DICEMBRE
 
31 DICEMBRE
Il 31 dicembre del 1877 moriva il più importante pittore del Realismo francese, Gustave Courbet, a cui si deve anche il nome stesso del movimento essendone stato l'iniziatore. Egli realizzò ritratti, paesaggi, nature morte, vedute marine e le sue opere furono spesso oggetto di scandalo. Lui però ricercò sempre le polemiche in quanto conscio della pubblicità che gli facevano; mostrò quindi nei suoi lavori la verità senza idealizzarla mai. Si occupò anche di politica e dei problemi sociali del suo tempo ed ebbe non pochi guai con la legge. 
(FAGR 31-12-2020)
 
 
 
30 DICEMBRE
Il 30 dicembre del 1746 nasceva il pittore francese François-André Vincent, famoso per essere stato il principale rivale di Jacques-Louis David, capo del Neoclassicismo francese. Figlio di uno stimato pittore insegnante dell'Accademia di San Luca, Vincent vinse il Prix de Rome a 22 anni e nel 1777 entrò nell'Académie Royale di Parigi, dove poté esporre i suoi lavori al Salon. Egli fu un artista neoclassico fedele alla monarchia a differenza di David, convinto giacobino. 
(FAGR 30-12-2020)
 
 
 
29 DICEMBRE
Il 29 dicembre del 1479 Leonardo da Vinci si recò al palazzo del Bargello di Firenze per assistere all'impiccagione di Bernando Bandini Baroncelli, l'uccisore di Giuliano dei Medici durante la Congiura dei Pazzi. Qui Leonardo ritrasse il corpo dell'assassino ancora vestito da turco essendosi lui rifugiato a Costantinopoli alla ricerca della protezione del sultano Maometto II, dove fu però arrestato e ricondotto in patria.  
(FAGR 29-12-2020)
 
28 DICEMBRE
Il 28 dicembre del 1865 nasceva il pittore e scrittore svizzero Félix Vallotton. Egli si trasferì  a 17 anni a Parigi e frequentò l'Académie Julian dove incontrò i futuri artisti del movimento Nabis. Studiò gli impressionisti avvicinandosi successivamente allo stile di Gauguin, Cézanne, Rousseau e Toulouse-Lautrec. Prese parte a numerose mostre dal 1908 al 1913 nelle principali città russe: Mosca, San Pietroburgo, Kiev e Odessa. Le sue opere saranno di ispirazione a Henri Matisse. 
(FAGR 28-12-2020)
 
 
 
27 DICEMBRE
Il 27 dicembre del 1802 moriva a 57 anni uno dei più importanti artisti danesi: Jens Juel, famoso per i suoi ritratti. Entrò nell'Accademia Reale di Belle Arti di Copenaghen nel 1765 e due anni dopo, ottenne una medaglia d'oro per un suo dipinto (successo ripetuto nel 1771). Viaggiò in Olanda, Francia, Italia e tornato in patria, iniziò a ricevere commissioni dalla famiglia reale e dalla nobiltà danese. Tale fu la stima ottenuta che gli fu concesso di vivere nel castello di Charlottensborg.  
(FAGR 27-12-2020)
 
 
 
26 DICEMBRE
Il 26 dicembre del 1901 moriva a ottant'anni il pittore scozzese Joseph Noel Paton, seguace della corrente del Preraffaellismo. Studiò nel 1843 alla Royal Academy che lasciò ben presto per dedicarsi alla realizzazione di dipinti tratti dalla letteratura, dalla storia e dalla religione, tutti sempre impermeati dal suo inconfondibile stile fiabesco. 
(FAGR 26-12-2020)
 
 
 
25 DICEMBRE
Il 25 dicembre del 1628 il pittore francese Noel Coypel, soprannominato “Coypel le Poussin”, perché era un seguace ed estimatore delle opere di Nicolas Poussin. Figlio di un pittore poco talentuoso, divenne allievo di Noel Quillerier. Si fece presto fama lavorando per il re di Francia dove partecipò alle decorazioni del Castello di Versailles diretti da Chales le Brun. Fu membro dell'“Académie royale de peinture et de sculpture” e diresse l'Accademia di Francia a Roma per due anni. I suoi due figli e il nipote furono anch'essi stimati pittori. 
(FAGR 25-12-2020)
 
 
 
24 DICEMBRE
Il 24 dicembre del 1865 moriva il pittore e scrittore inglese Charles Lock Eastlake, il primo direttore della National Gallery di Londra. Studiò alla scuola della Royal Society di Londra per poi trasferirsi a Parigi dove iniziò ad avere successo come pittore di dipinti storici. Viaggiò in Italia e in Grecia per disegnare le rovine dell'antichità occupandosi inoltre di acquistare opere italiane per il Victoria and Albert Museum. Si trasferì nuovamente in Inghiltera diventando membro (e successivamente Presidente) della Royal Academy. Fu nominato baronetto nel 1850. 
(FAGR 24-12-2020)
 
 
 
23 DICEMBRE
Il 23 dicembre del 1573 nsceva il pittore, scultore e architetto Giovanni Battista Crespi, conosciuto come "il Cerano". Figlio e allievo del pittore piemontese Raffaele Crespi, lavorò principalmente a Milano (si trasferì lì nel 1591) dove creò le sue quattro opere più famose appartenenti al ciclo: "I fatti della vita del Beato Carlo Borromeo" (conosciuti come i "Quadroni di San Carlo"). Suoi collaboratori furono il fratello Oreste e il genero Melchiorre Gherardini, soprannominato "il Ceranino". Il Cerano fu inoltre il primo presidente della "Accademia Ambrosiana" nel 1621. 
(FAGR 23-12-2020)
 
 
 
22 DICEMBRE
Il 22 dicembre del 1666 moriva il pittore ferrarese Giovanni Francesco Barbieri, soprannominato il Guercino, un talento precoce che si guadagnò ben presto la stima di Ludovico Carracci. Studiò l'uso veneziano del colore e famoso è il suo uso del blu, il quale unito alla sua inventiva compositiva, gli diede grande fama anche a Roma dove affrescò per il cardinale Ludovico Ludovisi il "Casino Ludovisi". Invitato in Inghilterra rifiutò l'invito non desideroso di lasciare l'Italia per aumentare la sua celebrità. 
(FAGR 22-12-2020)
 
 
 
21 DICEMBRE
Il 21 dicembre del 1401 nasceva uno dei più importanti innovatori della pittura: Tommaso di Ser Giovanni di Mòne di Andreuccio Cassài, conosciuto con il soprannome di Masaccio. Egli riuscì a conferire plasticità statuaria alle figure e con l'uso della prospettiva a superare lo stile in voga al tempo: il Gotico internazione. Con lo scultore Donatello e l'architetto Brunelleschi, Masaccio diede il via al Rinascimento già preannunciato da Giotto. 
(FAGR 21-12-2020)
 
 
 
20 DICEMBRE
Il 20 dicembre del 1851 nasceva la celebre ritrattista olandese Thérèse Schwartze. Imparò l'arte dal padre, Johan Georg Schwartz, pittore di origine americana, continuando la sua formazione prima a Monaco di Baviera con Gabriel von Max e Franz von Lenbach poi successivamente a Parigi sotto la guida di Jean-Jacques Henner. Thérèse ambiva a diventare una pittrice tanto brava da potersi mantenere da sola, cosa impensabile per l'epoca, ma che a lei riuscì. Espose infatti le sue opere al Salon di Parigi ottenendo fama e riconoscimenti internazionali lavorando sia in Europa che negli Stati Uniti. 
(FAGR 20-12-2020)
 
 
 
19 DICEMBRE
Il 19 dicembre del 1539 il pittore Francesco Mazzola detto Parmigianino, viene estromesso attraverso un atto legale dalla decorazione della Cappella Grande della Basilica di Santa Maria della Steccata di Parma, dopo che i fabbricieri lo avevano fatto incarcerare per due mesi con l'accusa di essere fuori tempo stabilito nel terminare i lavori. Si contattò dopo il grande artista Giulio Romano, ma lui scoperto il trattamento riservato al Parmigianino, rifiutò l'incarico. 
(FAGR 19-12-2020)
 
18 DICEMBRE
Il 18 dicembre del 1803 il pittore francese Jacques-Louis David a cinquantacinque anni, venne nominato da Napoleone Bonaparte "cavaliere" della Legion d'Onore, la maggiore onoreficenza conferita a tutti coloro che si sono distinti per meriti personali eccezionali. Egli è considerato il capo del Neoclassicismo pittorico in Francia.  
(FAGR 18-12-2020)
 
17 DICEMBRE
Il 17 dicembre del 1545 Lorenzo Lotto rientrò a Venezia dopo aver soggiornato per tre anni a Treviso a casa di un amico sperando in un successo lavorativo che non arrivò (in questo periodo eseguì solo una "Pietà" commissionatagli nel 1538 per la chiesa trevisana di San Paolo). I suoi problemi economici lo portarono a chiedere un prestito all'architetto Jacopo Sansovino (dopo il Sacco di Roma si era rifugiato nella città lagunare) per evitare di dover tornare a vivere con il nipote veneziano con cui aveva avuto screzi.  
(FAGR 17-12-2020)
 
16 DICEMBRE
Il 16 dicembre del 1600 nasceva il pittore paesaggista Claude Lorrain. Francese di origine, a sedici anni si trasferì a Roma dove fu allievo del Cavalier d'Arpino (maestro tempo addietro di Caravaggio) e di Agostino Tassi, un esperto di paesaggi e prospettiva. Studiò poi a fondo il classicismo dei Carracci e lo sviluppò nella sua pittura creando paesaggi idilliaci e ideali che fecero scuola. 
(FAGR 16-12-2020)
 
 
 
15 DICEMBRE
Il 15 dicembre del 1675 moriva il grande pittore olandese Jan Vermeer a soli 43 anni. Egli divenne membro e successivamente capo della "Gilda di San Luca" e sebbene ebbe committenti importanti, l'invasione francese nel suo paese creò una crisi generale che lo costrinse a richidere prestiti. Sposò la cattolica Catherina Bolnes nel 1653 dalla quale ebbe quattordici figli (tre morti prematuramente) e a parere della moglie, furono proprio i problemi economici che lo afflissero a procurargli una fine prematura. L'arte di Vermeer è oggi famosa in tutto il mondo per la cura che diede ai dettagli e il raffinato uso del colore.  
(FAGR 15-12-2020)
 
 
 
14 DICEMBRE
Il 14 dicembre del 1499 Leonardo da Vinci costretto a lasciare Milano dopo che il re di Francia Luigi XII aveva conquistato la città, fece depositare 600 fiorini d'oro nel Banco presso l'Ospedale di Santa Maria Nuova di Firenze in vista di un suo rapido ritorno. Fermandosi prima a Mantova, fu ospite di Isabelle d'Este dove le promise un ritratto di cui rimane il disegno, ma che non terminò mai. 
(FAGR 14-12-2020)
 
13 DICEMBRE
Il 13 dicembre del 1466 moriva a ottant'anni uno dei più grandi scultori di sempre: Donato di Niccolò di Betto Bardi, conosciuto come Donatello. Creatore del Rinascimento fiorentino con Brunelleschi e Masaccio, rinnovò la scultura inventando la tecnica conosciuta come "stiacciato", dove si riesce a dare un maggiore senso di profondità ai bassorilievi lavorando sui dettagli dello sfondo. Egli con le sue idee innoatrici, fu il primo artista a riuscire ad eguagliare la grandezza degli scultori greci e romani dopo il lungo oblio medievale in cui la scultura era stata trascurata. 
(FAGR 13-12-2020)
 
 
 
12 DICEMBRE
Il 12 dicembre del 1622 moriva il più importante caravaggista italiano: Bartolomeo Manfredi. Allievo del Pomarancio, divenne seguace di Caravaggio da cui prese lo studio della realtà e i colori dai forti contrasti luminosi. Egli dipinse scene tratte dalla Bibbia, dalla mitologia e di genere paesano. Il suo stile detto "alla Manfredi", ebbe larga diffusione tra gli artisti francesi, olandesi e fiamminghi del tempo. 
(FAGR 12-12-2020)
 
 
 
11 DICEMBRE
L'11 dicembre del 1513 moriva uno dei più importanti pittori umbri quattrocenteschi: Bernardino di Betto Betti conosciuto come il Pinturicchio. Collaborò con il Perugino agli affreschi nella Cappella Sistina e in seguito fu al servizio del papa Innocenzo VIII. Lavorò a Siena dove ebbe come aiuto Raffaello Sanzio appena ventenne. Celebri sono i suoi dipinti dedicati al tema della Madonna con Bambino e i numerosi cicli di affreschi che eseguì con straordinaria maestria. 
(FAGR 11-12-2020)
 
 
 
10 DICEMBRE
Il 10 dicembre del 1500 il diciassettenne Raffaello Sanzio si firmò per la prima volta come maestro. L'atto diede il via all'esecuzione della Pala del beato Nicola da Tolentino, commissionatagli da Andrea Tommaso Baronci per la cappella di famiglia a Città di Castello nella chiesa di Sant'Agostino. Come collaboratore Raffaello volle con sé Evangelista Pian di Meleto, il quale era stato per molti anni aiutante di suo padre. 
(FAGR 10-12-2020)
 
 
 
9 DICEMBRE
Il 9 dicembre del 1641 moriva il pittore fiammingo Antoon van Dick, il più famoso allievo di Pieter Paul Rubens. Egli viaggiò in Italia dove entrò in contatto con i de'Medici, i Gonzaga e i Savoia; lavorò inoltre per il re di Spagna e Isabella d'Asburgo. Grazie alla fama di grande ritrattista che si era guadagnato, divenne dopo il primo pittore di corte di Carlo I di Inghilterra. Celebri sono i suoi dipinti a tema sacro e mitologico che fecero scuola. 
(FAGR 09-12-2020)
 
 
 
8 DICEMBRE
L'8 dicembre del 1831 nasceva il pittore preraffaellita John Brett, celebre paesaggista britannico. Si iscrisse alla Royal Academy of Arts ed ebbe modo di conoscere William Holman Hunt, uno dei fondatori del Preraffaellismo di cui divenne amico e seguace. Viaggiò in Svizzera dove espose nel 1858 il suo capolavoro intitolato "Lo spaccapietre" che colpì per la grande cura dei dettagli. Si spostò in Valle d'Aosta dove continuò a dipingere paessaggi fino al suo trasferimento definitivo a Newport in Galles, nella contea di Pembrokeshire. 
(FAGR 08-12-2020)
 
 
 
7 DICEMBRE
Il 7 dicembre del 1598 nasceva lo scultore, architetto e pittore italiano Gian Lorenzo Bernini. Figlio di uno scultore, imparò l'arte dal padre che lo introdusse nell'ambiente dopo il loro trasferimento a Roma. Iniziò a lavorare per il papa Urbano VIII che vide in lui l'artista ideale dal talento universale. Celebrissimo è il suo Baldacchino a San Pietro, creato con l'aiuto di Francesco Borromini, il quale diventerà poi uno suo acerrimo rivale.  
(FAGR 07-12-2020)
 
 
 
6 DICEMBRE
Il 6 dicembre del 1841 nasceva il pittore francese Jean-Frédéric Bazille, soprannominato dagli amici Monet e Renoir il "cavaliere puro" per via del suo carattare idealista e generoso. Si trasferì a Parigi per studiare medicina, ma una volta lì, si lasciò contagiare dal fervore artistico che pervadeva la città e decise di dedicarsi alla pittura iniziando a dipingere "en plein air" assieme agli artisti impressionisti. Nella sua pittura unì il realismo di Courbet allo stile romantico di Delacroix. Si arruolò volontariamente nell'esercito francese durante la guerra franco-prussiana da cui non fece più ritorno. 
(FAGR 06-12-2020)
 
 
 
5 DICEMBRE
Il 5 dicembre del 1536 nasceva il pittore e architetto fiorentino Santi di Tito. Dal 1554 fu membro dell'Accademia di San Luca e soggirnò a a Roma per sei anni dove ebbe modo di studiare il classicismo raffaellesco che in seguito rifiutò. Di ritorno a Firenze creò infatti una corrente antimanieristica che si impose ben presto nell'ambiente artistico della sua città natale, dove ebbe modo di lavorare anche alla corte medicea. La sua forte personalità lo rese uno dei personaggi più importanti del suo tempo e molti artisti seguirono il suo stile pittorico. 
(FAGR 05-12-2020)
 
 
 
4 DICEMBRE
Il 4 dicembre del 1833 nasceva il pittore e scrittore statunitense George Henry Boughton. Fu un precoce artista autodidatta ispirato dalla pittura dei membri della River Hudson School. Espose i suoi dipinti a New York e a Washington, ma decise di trasferisti in Europa e qui studiò prima in Francia per poi aprire uno studio a Londra, dove realizzò i famosi dipinti dedicati ai primi coloni americani, tra cui "Pellegrini in partenza per Canterbury", che ispirò Van Gogh durante il soggiorno londinese tra il 1873 e il 1875. 
(FAGR 04-12-2020)
 
 
 
3 DICEMBRE
Il 3 dicembre del 1919 moriva uno dei maggiori esponenti della pittura impressionista: Pierre-Auguste Renoir. Unitosi a Claude Monet, Alfred Sisley, Fréderic Bazille per recarsi nella foresta di Fontainebleau, iniziò a dipingere all'aria aperta per sfruttare appieno gli effetti di luce che la natura offriva. Renoir ebbe in vita successo a differenza della maggior parte degli impressionisti, lavorando anche come ritrattista (celebri sono i suoi nudi di donna ispirati alla pittura veneta di Tiziano e di Rubens). 
(FAGR 03-12-2020)
 
 
 
2 DICEMBRE
Il 2 dicembre del 1859 nasceva il pittore francese Georges Seurat, il più importante esponente del movimento pittorico del Puntinismo. Si interessò alla pittura fin da bambino grazie allo zio materno per poi iscriversi alla scuola municipale di disegno di Parigi dove si esercitò nelle copie del grande maestri del passato. Amò l'Impressionismo, ma la quarta mostra degli impressionisti del 1879 cambiò la visione di Seurat della pittura e iniziò così una nuova ricerca stilistica con l'amico Paul Signac che porterà al Neoimpressionismo. 
(FAGR 02-12-2020)
 
 
 
1 DICEMBRE
Il 1 dicembre del 1840 nasceva la pittrice francese Marie Bracquemond, considerata una delle tre grandi donne impressioniste assieme a Berthe Morisot e Mary Cassatt. A Parigi divenne allieva di Ingres dove incontrò Félix Bracquemond che sposerà nel 1869 contro il volere della madre. Espose regolarmente al Salon di Parigi dove ottenne la stima di Degas, Manet, Sisley e Gauguin, i quali le fecero da mentori. Durante la vita Marie visse all'ombra della fama del marito, ma fu rivalutata per i suoi meriti negli anni successivi alla morte. 
(FAGR 01-12-2020)
 
 
 
 
 
 
 
FAGR Editore (2008-2021)- Tutti i diritti riservati.
 
 
FALSI D'AUTORE GIULIO ROMANO 
 
IL NOSTRO SHOWROOM E' A RAVENNA (clicca qui per maggiori informazioni)
FALSI D'AUTORE GIULIO ROMANO 
 
IL NOSTRO SHOWROOM E' A RAVENNA (clicca qui per maggiori informazioni)
FALSI D'AUTORE GIULIO ROMANO 
 
IL NOSTRO SHOWROOM E' A RAVENNA (clicca qui per maggiori informazioni)
FALSI D'AUTORE GIULIO ROMANO 
 
IL NOSTRO SHOWROOM E' A RAVENNA (clicca qui per maggiori informazioni)